Il dispositivo di illuminazione e comunicazione è un elemento di arredo urbano che adotta le più moderne tecnologie nel campo delle telecomunicazioni e dell’informatica. Funzionale, efficiente ed economico, facile da installare, necessita di una ridotta manutenzione. Concentrando in unico dispositivo molteplici servizi diversi risulta efficacemente monitorabile e gestibile. Oltre a garantire un’efficiente illuminazione stradale attraverso la tecnologia LED, rende possibile l’accesso ad internet con tecnologia wireless, videosorveglianza, rilevazione meteorologica, ricarica di veicoli a batteria e possibilità di contattare e dialogare con numeri di emergenza.

CARATTERISTICHE GENERALI

Il dispositivo di illuminazione e comunicazione si configura strutturalmente come un lampione stradale costituito da un corpo illuminante (Figura 1-1) posto su di un palo di sostegno (Figura 1-2). Il corpo illuminante (Figura 1-1) è costituito da un monoblocco di contenimento e protezione suddiviso in due alloggiamenti. Il primo (Figura 1-3) contiene la componentistica per l’illuminazione. In accoppiamento ai Led (per una potenza totale compresa tra 30W e 140W) sono montate lenti di vario tipo al fine di adeguare il flusso luminoso alle dimensioni stradali e all’ubicazione del palo. Il secondo (Figura 1-4), invece, alloggia gli elementi che compongono la parte intelligente del dispositivo. Nel dettaglio, una prima scheda elettronica (in totale ne potranno essere montate fino a cinque, tutte con microprocessore integrato), gestisce una o due telecamere, fisse o dinamiche, deputate al servizio di videosorveglianza. I dispositivi sono predisposti al controllo del traffico veicolare e pedonale: le immagini raccolte sono gestite e archiviate da una centrale operativa. Una seconda scheda elettronica gestisce il funzionamento e le trasmissioni della rete dati Wi-Fi, mentre una scheda centrale di comando coordina tutte le periferiche di connessione verso l’esterno, come fibra ottica, trasmissione dati ad onde convogliate, comunicazione verso i contatori di acqua, gas e luce, ecc. Oltre alle schede elettroniche, nel secondo alloggiamento trovano posto una serie di antenne.

Settate con differenti configurazioni,hanno il compito di trasmettere e ricevere dati su diverse frequenze prestabilite funzionali all’operatività del dispositivo, come, ad esempio, connessioni internet, connessione al contatori, ecc. Nel dispositivo di illuminazione e comunicazione attuale possono essere allocate da un minimo di una antenna ad un massimo di sette antenne. Tutti i dispositivi inseriti nel secondo alloggiamento sono protetti da una calotta (Figura 2-8) semisferica con una colorazione fumé, antiriflesso, che riduce la visibilità all’esterno dei componenti. Il monoblocco di contenimento e protezione presenta, nella parte superiore, delle alette (Figura 2-5) per favorire la dissipazione del calore prodotto dalle lampade a led ed un pannello solare (Figura 2-6) che consente di mantenere attive alcune funzioni di base anche in assenza di alimentazione dalla rete. Nella parte posteriore è presente uno snodo (Figura 2-7) di ancoraggio al palo (Figura 2-2) che funge anche da supporto a sensori opzionali. Sul palo, in corrispondenza di un vano di ispezione, è installato un contenitore stagno, antimanomissione, che funge da colonnina di soccorso. Consente di effettuare videochiamate di emergenza o segnalazioni di pericolo verificabili in tempo reale dalla centrale operativa. Inoltre, è prevista la presenza di una presa di corrente per la ricarica di veicoli con la possibilità di effettuare il pagamento del servizio con apposito dispositivo di riconoscimento per carte di credito. La struttura del corpo illuminante è realizzata in pressofusione di alluminio verniciato e può essere installata su pali esistenti, senza necessità di modifiche.

CPU ARM Cortex-M4

CPU ARM 32-bit Cortex™- M4F with FPU, funziona alla frequenza di 168 MHz, supporta istruzioni DSP in un solo ciclo e un’unità in virgola mobile (FPU, Floating Point Unit), una memoria SRAM di maggiori dimensioni (192 Kbyte vs. 128 Kbyte), una memoria Flash interna da 512 Kbyte fino a 1 Mbyte, oltre a periferiche sofisticate per la gestione ed elaborazione delle immagini, connettività e crittografia. Tecnologia di processo CMOS da 90 nm e l’acceleratore integrato Adaptive Real Time “ART Accelerator” garantiscono prestazioni all’avanguardia, con
esecuzione del programma senza alcuno stato di attesa (zero-wait-state) fino a 168 MHz, e un consumo dinamico che si pone al top del settore.

FUNZIONALITÀ

Il dispositivo di illuminazione e comunicazione, sfruttando versatilità e differenti modalità di configurazione, è in grado di offrire i seguenti servizi:

lluminazione pubblica ad alta efficienza energetica, con riduzioni di flusso luminoso automatico, telecontrollo e tele gestione del sistema;

Videosorveglianza statica o dinamica, con archiviazione immagini su memoria locale o remota;

Rilevamento condizioni meteo e ambientali, tra cui temperatura, umidità, CO2, luminosità, polveri sottili, movimento, con la possibilità di archiviare e gestire i dati da remoto;

Quattro tipi di connessioni possibili: 1 ) Rete dati a banda ultralarga basata su tecnologia a fibra ottica; 2) Rete dati a banda ultralarga basata su tecnologia ad onde convogliate sui cavi elettrici; 3) Rete dati wi-fi ad alta capacità di traffico, utilizzando fino a tre portanti simultanee, con frequenze 2,4/5 Ghz; 4) Connessione rete dati sub Ghz e ZigBee per la tele lettura dei contatori di utenze acqua, gas, elettricità;

Ricarica per veicoli elettrici con lettura di carta di credito per l’addebito del costo di erogazione del servizio;

Videochiamate d’emergenza alle centrali di pronto intervento, sanitario, forze dell’ ordine, vigili del fuoco dal momento che è possibile dialogare direttamente con gli stessi.

SPECIFICHE TECNICHE

Corpo Illuminante: Monoblocco di contenimento e protezione con vetro temprato 4mm ad elevata
trasparenza e alettatura termodissipativa autopulente a pressofusione di alluminio. Alimentatore in doppio isolamento a corrente costante con autoregolazione per protezi ne LED su sovratemperatura.
Sorgente LED a basso indice di abbagliamento e bassa temperatura di esercizio. Estrema flessibilità di installazione su supporti e impianti esistenti.

Videosorveglianza: Videocamera di sorveglianza ad alta risoluzione a colori

Rilevamento Condizioni Meteo ed Ambientali:
• Sensore umidità
• Sensore temperatura
• Sensore movimento
• Sensore CO2
• Sensore luminosità
• Sensore polveri sottili PM10, PM2.5

Connessioni a Reti Dati:
Connessioni possibili
• 2 x fibra ottica mono/bimodale 1,25 Gbd
• 1 x onde convogliate 200 base t
• 1 x Ethernet POE 1000 base t
• 1 x Ethernet 1000 base t
• 3 x access point 2,4/5 Ghz
• 1 x RF RTX (ETSI 300 220) 169 MHz
• 1 x RF RTX (ETSI 300 220) 432 MHz
• 1 x RF RTX (ETSI 300 220) 868 MHz
• 1 x ZigBee
• 2 x USB
• 1 x RS 232
• 1 x RS 485
• 1 x EIB Konnex

Download Brochure